Archivi mese: settembre 2013

img_3771.JPG

Due laboratori per “i non più bambini”, dedicati alle tecniche “CARTAPESTAIE”, perché due es mejio che uan…

  • Share/Bookmark

da-max-a-ube.jpg
Umberto Trezzi ama l’arte. Ama vederla, seguirla, ma è anche un artista nel senso completo del termine. Profondo conoscitore della storia dell’arte è di fatto un innamorato sincero dei materiali: dai più umili, ai più nobili come il cristallo e le sue mille preziose possibilità cromatiche. Chiede loro aiuto per esprimere l’ispirazione che sente dentro di sé. Quell’ispirazione che riesce a creare, in una sorta di privatissima operazione nostalgica(da Max a Ube), e grazie alla sua profonda conoscenza del fare artistico (ricercata tra gli autori che ama: Mondrian, Basquiat, Schwitters, Kandinskj) un’opera, reinterpretata, completata con quei suoi materiali, con l’inserimento di citazioni affettuosamente metodiche e imprescindibili dei particolari tratti dalle nature morte del fratello maggiore prematuramente scomparso. Il frammento ospitato allora, si trasforma in spirito guida, marchio di fabbrica, archetipo su cui Umberto Trezzi costruisce l’opera, certo, ma anche presenza ironica e affettuosamente condiscendente. E noi che ne guardiamo il risultato vediamo un’opera d’arte densa di significati che si esprime anche in una sorta di percorso concettuale parallelo creato dalla sequenza dei titoli delle sue opere. Per lui un lavoro di rinsaldo affettivo originale e raffinato, per noi un autentico regalo.”

Doretta Cecchi, 4 agosto 2013

VERNISSAGE SABATO 21 SETTEMBRE 2013 ore 18

aperta tutti i giorni fino sabato 28 ore 16/19

 

  • Share/Bookmark

Bad Behavior has blocked 97 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok