Archivi per categoria: Benvenuto

img_20190219_110620-copia-copia










a cura di Roberta Barbieri

Anche quest’anno OBYARTStudio Multifunzionale partecipa con piacere alle giornate del Fuorisalone, il grande evento che celebra il Design a Milano. Protagonista di questa settimana, Gianantonio Ossani e la sua “Civetteria”. Artista contemporaneo attivo da quasi cinquant’anni, Ossani si esprime con una trasposizione metaforica della condizione umana, resa emblematicamente in opere con soggetti zoomorfi, ottenuti assemblando cose di uso comune.

In questa mostra espone le sue civette, alcune dipinte su tavola, altre realizzate con oggetti “ trovati”, che diventano pezzi di arredamento dal design semplice ma non ingenuo, poetico e a volte anche ironico. Opere, le sue, che aiutano a comprendere come l’arte possa far parte della vita e renderla migliore. Perché l’arte regala anche questo.

Gianantonio Ossani: la mia “Civetteria”

La notte in cui la civetta cantava è quella in cui nacque Rossana Bossaglia, critica d’arte e autrice di importanti saggi sul Liberty. Nel 1978 a Rossana Bossaglia venne l’idea di fare una mostra intitolata “Civetteria”, invitando cinquanta artisti a cimentarsi col tema della civetta. Le loro opere furono esposte alla “Galleria dei Bibliofili” a Milano. Tra quei cinquanta artisti c’ero anch’io, con un’opera in ferro saldato dal titolo “La nascita di Rossana”, che apparve sul quotidiano “La Repubblica”. Sono passati quarant’anni da quell’evento e oggi ho voluto ricordare Rossana Bossaglia con una mia mostra dallo stesso titolo, che verrà allestita nello spazio “OBYARTStudio Multifunzionale” di Roberta Barbieri. Esporrò dunque le mie ultime civette, alcune dipinte, altre realizzate assemblando materiali e oggetti di recupero. Ne è sortita una mostra che sarebbe piaciuta a Rossana (grande collezionista di opere d’arte rappresentanti civette e gufi), alla quale, se tornasse in vita, regalerei volentieri l’opera un po’ civettuola (la sua “sedia”) che le ho voluto dedicare.

Milano, 24 febbraio 2019


Gianantonio Ossani nato a Milano il 24 febbraio del 1946, si è formato artisticamente a Milano all’Accademia di Brera. Dopo gli esordi pittorici di matrice espressionista, realizza dagli anni ’70 assemblaggi scultorei con legni o ferri riciclati. Ogni oggetto, anche se banale o logorato dall’uso, grazie all’intervento dell’artista recupera la sua valenza estetica con accenti ora ironici ora poetici. Si sono interessati al suo lavoro: Silvio Aman, Lisa Belotti, Rossana Bossaglia, Doretta Cecchi, Silvia Dell’Orso, Alessandra Di Gennaro, Dino Formaggio, Maddalena Ghini, Teodosio Martucci, Corrado Mauri, Dario Moretti, Anty Pansera, Licia Parvis Marino, Anna Pumpo, Giorgio Verzotti, Susanna Zatti.

È stato segnalato da Rossana Bossaglia sul “Catalogo della scultura italiana n. 9” edito da Giorgio Mondadori. Ha partecipato a numerose collettive e ha tenuto varie personali.


La mostra rimarrà aperta fino a sabato 13 orari 16/19


EVENTO PRESENTE IN www.fuorisalone.it

* entrata libera*

  • Share/Bookmark

img_20190212_145144

Con immenso piacere si va a presentare il terzo libro delle serate omonime

organizzate da OBYARTStudio, nate da un’idea,

un esperimento letterario che ha esordito nel 2013.

Questa terza raccolta è la naturale conclusione di una nuova serie di eventi

che hanno animato lo studio tra il 2017 e il 2018.

Ancora una volta la semplice voglia di concedersi e concedere un “momento di gloria”

a chi scrive, anche solo per sè, si trasforma piacevolmente

un confronto tematico ed emozionale, qui dedicato,

ancora una volta, anche ad un pubblico più vasto.


Ci faranno compagnia come “ospiti musicanti” della serata

il duo RAVIN

Ravin è un progetto musicale che inizia i suoi primi voli nel 2011. Come tutti i voli, ha seguito le traiettorie più disparate fondendosi con altre discipline artistiche e prendendosi anche qualche pausa dal volo. Ravin è un duo musicale: Marika Pensa, cantante, attrice e performer alla voce, Mauro Zanellato alla chitarra, e si propone di far conoscere una personalissima versione di alcuni dei pezzi più emozionanti

del panorama musicale riarrangiati in un repertorio tutto da ascoltare.


pagina.facebook. Ravin


Venite a festeggiare con noi!

*entrata libera*


  • Share/Bookmark

48392799_10216070042298000_5359639038129078272_n#wewhiskyouamerrychristmas#2019#obyart#obyartstudio#statemibuoni #fateibuoni #rimaniamoumani #jinglebellrock

AUGURI!

  • Share/Bookmark

immagine-2

Da Oporto a Finisterre, dove finisce il mondo.

Dove non c’è altro che oceano. Dove non si tocca


500 km in 7 giorni, in bicicletta, per raccontare un disco.

Nove canzoni, una bici, una telecamera.

testi e musica di ELEVIOLE?

road movie regia di Claudio del Monte

a cura di Roberta Barbieri

performance con ingresso libero su prenotazione fino ad esaurimento info@obyart.eu

  • Share/Bookmark

01














ASCOPIER presenta

“Quando un libro è espressione d’Arte”

Rassegna diffusa di Libri d’Artista

III edizione

all’interno di BOOKCITY Milano dal 15 al 24 novembre 2018

a cura di Spazio Mantegna & OBYARTStudio

PROGRAMMA:

Dal 15 al 24 novembre 2018 presso SPAZIO MANTEGNA via Piero della Francesca 4/7 ( ang. Via Mantegna 5 ) e OBYARTStudio Multifunzionale via Poliziano 16 e con la modalità della mostra diffusa i libri d’artista saranno esposti anche nelle vetrine di alcuni esercizi commerciali di via Piero della Francesca.

Sabato 17 novembre – Vernissage

alle 18,00 in SPAZIO MANTEGNA e alle 19,30 in OBYARTStudio Multifunzionale.

Le mostre saranno visitabili con entrata libera su appuntamento dal lunedì al sabato ore 15/19 fino al 24 novembre.

In ognuna delle due sedi sono inoltre previste le seguenti iniziative e presentazioni editoriali:

SPAZIO MANTEGNA

venerdì 16 novembre ore 18 incontro e presentazione del libro “Katana e Kris, arte tecnica e simbolismo” a cura di Vanna Scolari Ghiringhelli e Susanna Marino

sabato 17 e domenica 18 novembre ore 14.30/17.30 workshop “Che tipo di libro sono, crea il tuo progetto editoriale” a cura di Paola Bernardi


OBYARTStudio Multifunzionale

venerdì 16 novembre ore 19,30

Speed dating con il gatto Celeste, reading e presentazione dei libri di Doretta Cecchi “Il gatto Celeste e il segreto di Picasso” “Il gatto Celeste e il segreto di Leonardo”


Per qualsiasi ulteriore informazione scrivere alla mail: info@obyart.eu;

Curatela: Laura Di Fazio Spazio Mantegna | Roberta Barbieri OBYARTStudio Multifunzionale

Partners organizzativi: Laura Cristina Messina - ASCOPIER Milano

Con il patrocinio di ConfCommercio e Municipio 8


https://bookcitymilano.it/luoghi

  • Share/Bookmark

mostra-casalino-2-fotoMOSTRA PERSONALE a cura di Roberta Barbieri

Anche quest’anno OBYARTStudio Multifunzionale, con piacere consueto, partecipa alla 14° Giornata del Contemporaneo, il grande evento che, dal 2005, AMACI dedica all’arte contemporanea e al suo pubblico.

Questa giornata, che si estenderà ad una settimana, avrà come protagonista Antonio Casalino, artista contemporaneo minuzioso quanto fantasioso, “serio” quanto colorato, che non attinge da momenti realistico-mimetici dell’ambiente ma va ricercando composizioni di forme geometriche, accostamenti cromatici e texture.

Nulla di concettuale. Per noi, un vero e grande piacere ospitarlo con le sue opere.


Antonio Casalino classe 1939. Milanese di nascita ma indunese di adozione, laureatosi in Lettere Moderne presso l’Università Cattolica di Milano lavora fin da giovane come figura eclettica; insegna per diversi anni materie letterarie nelle scuole medie e Storia dell’Arte al Liceo Classico, diviso tra il mondo della scuola, la ricerca linguistica letterale ed artistica. In seguito ad un periodo romano, in cui è attivo come scenografo per cinema, teatro e tv, torna a Milano dove inizia a lavorare nel campo dell’architettura d’interni. Dagli anni Ottanta inizia a dedicare sempre più tempo e attenzione alla pratica della pittura, in cui ancora oggi si riflette la sua attività di ricerca.

il 13 ottobre apertura dalle ore 10 VERNISSAGE ore 18,30

la mostra rimarrà aperta da lunedì 15 a sabato 20 ore 16/19

  • Share/Bookmark

lunetta_15x10

Tutto ha inizio in una torre, dove Lunetta, la protagonista della nostra storia, incontra il Cavalier Blu Cobalto. I due condividono qualcosa di molto prezioso, un amore strano, contrastato, fatto di ombre e luci, di silenzi e di piccoli delicati accenni. Attraverso avventure straordinarie, buffi incontri e maestri stravaganti,

Lunetta si troverà compiere un viaggio di iniziazione che la porterà a ritrovarsi.

In questo percorso onirico e di guarigione, il tempo e le stagioni sono quelli del cuore ed è l’anima con i suoi balzi ad indicarne la strada. Attraverso tenerezza e passione, leggerezza e ironia, dolore e profondità, il racconto svela la paura che hanno spesso i grandi di amare e affronta la tematica del riconoscimento di sé e dell’altro.

Lunetta, come la Luce e l’Ombra è un racconto di invenzione in stile epico cavalleresco, che narra di una creatura fatata, Lunetta.

Ambientato a metà tra sogno e realtà, la storia, si snoda sfogliando un “grande libro speciale”, un collage creato a mano dall’autrice ed interprete Miriam Giudice, che con le sue immagini fantastiche facilita e accompagna nella comprensione della narrazione.

Spettacolo narrato, danzato e cantato dall’attrice sola in scena ma che coinvolgerà tutti in un affascinante e avventuroso viaggio.

Durata 50 minuti circa, indicato per un pubblico dai 6/12 anni e non solo…


Domenica 30 settembre 2018

h. 16,30

ingresso 10 euro a persona, solo su prenotazione

fino ad esaurimento posti, scrivere a: info@obyart.eu

www.miriamgiudice.wordpress.com

  • Share/Bookmark

cera-una-volta-il-selfie

OBYARTSTudio Multifunzionale sarà presente alla manifestazione, potrete trovarci all’altezza del n. 4 della via Piero della Francesca.

La via resterà chiusa al traffico per l’intera giornata!

  • Share/Bookmark

img-20180510-wa0001

Ospitando la mostra/performance Là, sulla Mac Mahon…OBYARTStudio Multifunzionale ha il piacere di celebrare, insieme agli autori, la zona, il quartiere, dove risiede. Dove l’Amore per vie, panorami, luoghi del “cuore” diverrà il protagonista e dove i protagonisti veri, in carne ed ossa, Miriam ed Alberto, al tramonto, ci racconteranno di loro … ma anche di noi, perché quello che ognuno sente o prova attraversando e vivendo quotidianamente la città, anche in una routine infinita, può ancora nascondere significati inespressi e, far sorgere nuove e inaspettate emozioni. Perché a volte basta guadare la vita da un’altra e nuova prospettiva per poter “vedere” e “sentire”con altri occhi.In questo viaggio saremo accompagnati da immagini, versi e note musicali in una performance tutta da scoprire. Insomma, per tutti i “residenti” e non, sarà un momento unico e straordinario da non perdere.

Un progetto fotografico di immagini e poesie che nasce come omaggio al quartiere che ha adottato Miriam quattro anni fa. Perché un quartiere in una grande città salva la vita, azzera le distante ed è un piccolo mondo nel mondo, con le sue regole e le sue voci.

sabato 9 giugno 2018 in mostra dalle h. 10,00

h. 20,30 momento performativo

performance con ingresso libero fino ad esaurimento posti a donazione libera


Miriam Giudice: www.miriamgiudice.wordpress.com

Alberto Graziani: www.youtube.com/user/albegraz

  • Share/Bookmark

img_20170306_210830-2-copia-0011

MOSTRA PERSONALE opere di Laura Atzei
a cura di Roberta Barbieri

Storia di una bambina venuta dalla Sardegna, cresciuta tra un oratorio tradizionale a Solaro e la Milano ruggente del ‘68
…e poi, trasferita a Parigi…

Quando Laura Atzei mi ha parlato di questo suo progetto di mostra ne sono stata subito entusiasta.
Già dalle prime sue parole ho intravisto nel suo racconto, quel tessuto, quella trama che rappresenta uno dei principi fondativi su cui nasce OBYARTStudio e cioè quel sottile pensiero che l’arte appartenga a tutti sin dalla nascita e che tutti prima o poi possiamo ri-appropiarcene, anche se per caso o per dovere facciamo o abbiamo fatto altro nella nostra vita. Si può, è possibile. Dobbiamo ricordarcene: non è mai troppo tardi, basta solo permetterselo.
Il “viaggio artistico” di Laura può diventare così un esempio, uno stimolo, l’incarnazione di un pensiero positivo che ci sprona fiducioso, dove la propedeutica del fare ad arte è vista sul campo
…e si sa, toccare con mano è sempre la cosa migliore!

” Cosa succede quando a 8 anni la maestra ti dice che non sai

disegnare ?

Pensi che per tutta la vita non saprai disegnare, ti tagli fuori da quell’esperienza e ti butti sulla lettura; leggi tutto quello che trovi a quell’età in un paesino dell’hinterland Milanese inizio anni 60: Tex Willer, Il Corriere dei Piccoli, Famiglia Cristiana e naturalmente i libri di scuola, dalla prima all’ultima pagina, il primo giorno in cui li hai comprati.

Cosa succede quando dopo la Maturità in casa ti dicono che hanno bisogno del tuo stipendio e quindi niente Università per fare Storia dell’Arte o Letteratura italiana.
Entri direttamente nel mondo dei grandi, dei soldi, del lavoro, della carriera.
Il disegnare, il modellare, lo scrivere, il dipingere restano sogni nel cassetto che pero’, man mano che gli anni avanzano, fanno sentire la loro pressione, il bisogno di uscire allo scoperto.

Un giorno non ti basta più’ andare al cinema, a teatro, ai concerti, leggere i libri degli altri, andare per mostre e gallerie ad ammirare le opera dei grandi artisti.
Hai bisogno di partorirti, di farti esistere tramite qualcosa di concreto che ti rappresenta…

Sento che queste pagine scritte, questi uccellini d’argilla, queste immagini incollate, mi rappresentano e testimoniano del mio passaggio, in modo diverso dei 44 anni passati a inventare e a vendere prodotti cosmetici. Quegli anni sono quasi un sogno, una parte di me, che oggi è in continua evoluzione .“
(Laura Atzei 2017)

Laura Atzei nasce a Ingurtosu provincia di Cagliari nell’ottobre del 1953 e a 7 anni si trasferisce in provincia di Milano dove poi frequenterà l’ITIS Istituto di Turismo. Nel ‘73 comincia a lavorare nel campo del marketing di prodotti cosmetici e da qui inizia la sua vita “nomade” di viaggiatrice. Nel 1978 si trasferisce a Parigi iniziando una nuova vita privata e professionale. Qui, intraprende anche una sua nuova ricerca interiore, spirituale ed artistica. Tale ricerca prosegue con nuove idee e stimoli anche quando rientra a Milano nel ‘99.
Da lì, questa ricerca non si è mai interrotta.

VERNISSAGE sabato 10 febbraio ore 18,30
la mostra proseguirà fino a sabato 17 - ore 16/19
domenica chiuso

OBYARTStudio Multifunzionale è comodamente raggiungibile con M2 Garibaldi, M5 Gerusalemme/ bus 43, 57 - tram 12, 10, 14, 19, 1

info@obyart.eu 

ENTRATA LIBERA

  • Share/Bookmark

Bad Behavior has blocked 108 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok