DA DOVE NASCE “OBYARTSTUDIO MULTIFUNZIONALE”..?
Roberta Barbieri ama l’armonia e ama l’arte, la pratica da anni come scenografa, vetrinista e, soprattutto, artista.Per questo aveva aperto un suo negozio, “La Bottega di Oby”, bomboniera di artigianato e li proponeva di tanto in tanto “mini mostre” di suoi amici.Ma dopo tre anni questo non le è più bastato: il richiamo dell’arte ha prevalso sull’affetto per l’artigianato tout court e quindi ha chiuso bottega per aprire uno Studio d’arte multifunzionale tutto suo, tornando così un pò “alle sue vere origini”. Il primo vagito del nuovo studio, arrivò da un seminterrato in via Bindellina, 2/A. Qui in 120 m² l’arredatore, l’architetto, ma anche chi ama l’arte per la propria casa, e per il suo ambiente di lavoro, poteva trovare lei all’opera e le sue opere esposte: quadri, pannelli, divisori…tutti pezzi unici (Roberta Barbieri, anche quando esegue un pezzo su commissione, mirato su dimensioni date, non si propone mai nello stesso modo proprio perché la sua è una vocazione artistica, non artigiana).In più in questo nuovo spazio Roberta Barbieri  ha potuto ospitare corsi d’arte, incontri sulla storia dell’arte, eventi speciali, metissage culturali e lezioni di creatività (convinta che tutti abbiano le capacità di creare qualcosa di bello, basta andarle a cercare laggiù in fondo dove la vita le ha talmente ben nascoste da convincerli che non le abbiano mai avute).Qui, ha voluto offrire agli “amici artisti” la consueta possibilità di esporre, ma in uno spazio più grande e magari in coincidenza con un incontro o una lezione, così che l’arte, nel suo studio, è diventata un’atmosfera, da respirare in tutte le sue manifestazioni.Ed è qui che  è nata anche l’idea delle “Collettive” tanto a lei care, mostre a tema di volta in volta ”vario e variabile”, un momento d’incontro e scambio di creatività, fantasia, arte a tutto tondo tra “Artisti” &”Artisti”.Ma perchè tutto questo “movimento” e gran da fare?? Perché Roberta Barbieri, era convinta con tutto il cuore, ma lo è sempre, che l’arte forse non salverà il mondo, ma sicuramente rende la vita degna di essere vissuta…e forse un pò più felice.Purtroppo, come tutte le avventure che si rispettino…non tutto è andato come doveva, problemi infiniti strutturali hanno messo a repentaglio l’agibilità del luogo e la programmazioni degli eventi, così si è dovuto cercare  una nuova sistemazione per far proseguire questo progetto nato con tanto amore e passione.Dopo mesi di peregrinare e di intenso lavoro, finalmente la luce è tornata e ora OBYARTStudio risplende ancora e anche più di prima in questa sua nuova location, un pò più piccola, ma sulla via Poliziano al numero 16, una bella via alberata di Milano.Tutti pronti per nuove “idee”…?
… continua…
***

Roberta Barbieri loves harmony and love art, the practice for years as a designer, window dresser, and above this artista.Per had opened his own shop, “The Workshop of Oby, wedding favor crafts and brought them from time to so “mini shows” after three years of his amici.But this is not enough: the call of art prevailed outright affection for the craft and then closed shop to open an art studio all multifunctional her, returning a little “to its true origins. The first cry of the new study came from a basement on a side ribs, 2 / A. Here in 120 m² interior designer, architect, but also those who love art for your home, and its working environment, you could find work and its exhibits: paintings, panels, partitions … all pieces (Roberta Barbieri, even when running a piece on commission, focused on dimensions given no proposal ever the same way because his is an artistic vocation, not artisan). In addition to this new space could Roberta Barbieri host art classes, seminars on art history, special events, lectures and cultural crossbreeding of creativity (convinced that everyone has the ability to create something beautiful, just go and look down there where life has been so well hidden to convince them that may not have ever had). Here, wanted to offer “artist friends” the usual opportunity to state, but in a larger space and possibly to coincide with a meeting or a lecture, so that art, in his study has become an atmosphere, to breathe in all its manifestazioni.Ed is where was born the idea of “collective” so dear to her, thematic exhibitions from time to time “varied and variable, a moment of encounter and exchange of creativity, imagination, art in the round between “Artist” & “Artists”.But why all this “movement” and much to do? Why Roberta Barbieri, believed with all my heart, but it is always, that art might not save the world, but it certainly makes life worth living … and perhaps a little more felice.But, like all adventures are respected … not everything is as it should, infinite structural problems have undermined the viability of the location and scheduling of events, so you had to find a new place to continue this project created with much love and passione.Dopo months of travels and hard work, finally the light came back and now OBYARTStudio still shines even more than before in this new location, a little smaller, but at number 16 on Via Poliziano, a beautiful tree-lined street in Milan.

All ready for new “ideas” …?

… More …

 

entrataobyartstudio-poliziano16-001.jpg28-sett-2009-063.jpgentrataobyartstudio-poliziano16-024.jpgentrataobyartstudio-poliziano16-027.jpg24-sett-2009-004.jpg24-sett-2009-003.jpg24-sett-2009-005.jpg

  • Share/Bookmark

Bad Behavior has blocked 97 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok